Renzo PIANO, Potsdamer Platz Arkaden, Berlin-Tiergarten, 1995-1998





Come in tutte le altre zone della città, anche nel Daimler Quartier era prevista la realizzazione di negozi, impianti commerciali e attività per la ristorazione. Per questo raggiungere questo obiettivo, Piano ha realizzato il Potsdamer Platz Arkaden, uno tra i più grandi centri commerciali della nuova Berlino. Seguendo il modello del "passage" vetrato parigino, l’architetto ha concepito questo complesso come una lunga strada commerciale coperta. Il complesso commerciale si sviluppa longitudinalmente lungo una via del quartiere e negli spazi lasciati liberi tra gli edifici terziari e residenziali di Rogers (sulla Linkstraße) e dello stesso Piano (sul lato opposto): ciò accentua la volontà dell’autore di integrare le diverse funzione urbane, che le concezioni urbanistiche funzionaliste del passato tendevano invece a separare rigidamente. La galleria si sviluppa su tre livelli: un piano terra, un primo piano consistente in gallerie aperte sullo spazio centrale e un piano sotterraneo. L'interno è un impressionante corridoio che si estende per una lunghezza di circa 180 mt ed un'ampiezza massima di 50 mt, per una superficie complessiva di 40.000 mq. Sui tre livelli interni si affacciano ristoranti, bar, caffè, supermercati e ben 120 negozi di varie dimensioni che offrono una vasta gamma di articoli di famose catene internazionali, dall’abbigliamento ai prodotti elettronici. Questo settore di città è sempre attivo; infatti i negozi sono aperti da lunedì a sabato 24 ore su 24. L’interno è trattato come una vera e propria "strada" con pavimentazione in granito grigio e alberi piantati al piano terra, il tutto racchiuso tra le facciate rivestite in terracotta e la copertura e le pareti di fondo completamente vetrate. L’interno è riscaldato d’inverno e sempre ben ventilato in estate; nelle giornate calde, sofisticati sensori attivano meccanismi d’apertura azionati elettricamente, e queste lastre si aprono automaticamente insieme alla copertura. Sul tetto, lastre di vetro serigrafato inclinate fanno da schermo contro i raggi diretti del sole e riflettono la luce artificiale. Nei piani superiori delle lunghe facciate sia affacciano gli uffici e gli appartamenti degli edifici con cui il centro commerciale si integra. Le estremità di questa strada si aprono, su entrambi i lati, su due piazzette: l’ingresso vetrato principale si affaccia su Alte Postdamer Straße, a fianco della Weinhaus Huth; l’uscita è su Eichhornstraße, sul fianco dell’IMAX-Kino. La struttura, inaugurata nel 1998, è gestita dalla Hamburger Gesellschaft ECE Projektmanagement. Per aumentare la sua accessibilità, il livello interrato del complesso è direttamente collegato col sistema di trasporto su rotaia e quindi facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, in particolare la U-Bahn e la S-Bahn. Dal 2002 è attiva anche la nuova Regionalbahnhof per i treni regionali e locali, posizionata sotto la Potsadmer Platz, da cui inizia il corridoio sotterraneo che porta direttamente al Potsdamer Platz Arkaden. Nei sotterranei è stato ricavato anche un grande parcheggio per oltre 4000 veicoli. (testo e immagini di Pierluigi ARSUFFI, tutti i diritti riservati)